Stai cercando le tue app? Clicca sull'icona dell'account nell'angolo in alto a destra della pagina.

Pole position: riqualificazione del circuito di Franciacorta per il nuovo Porsche Experience Center

Hero Image

L'Autodromo di Franciacorta è un circuito automobilistico situato a Castrezzato (BS) che ha ospitato nel corso degli anni una serie di prestigiosi eventi motoristici e, più di recente, il Porsche Festival nell'ottobre 2022.

Nel 2019, Porsche lo ha rilevato per trasformarlo nell'ottavo Porsche Experience Center, il più grande al mondo. A seguito di importanti investimenti il centro è stato inaugurato l'11 settembre 2021 alla presenza di diversi membri senior del team di Porsche AG, tra cui Oliver Blume, presidente del consiglio di amministrazione e Mark Webber, brand ambassador del marchio Porsche ed ex pilota di Formula 1.

Nell'ambito di questa nuova vita del circuito, è stata commissionata la riqualificazione completa della pista. L'impresa di costruzioni CarBa ha collaborato con Dromo, società italiana specializzata in circuiti motoristici, per progettare e gestire l'intervento, inclusa la progettazione dell'intera ripavimentazione. Dromo ha di nuovo unito le forze con Topcon Positioning, con cui ha già lavorato in passato, per usufruire della sua suite avanzata di soluzioni.

Aprire la strada al futuro

Il lavoro in cantiere è consistito nella fresatura del manto stradale con il sistema di machine control Topcon RD-MC, mentre Thermal Mapper, la soluzione specialistica di Topcon, è stato utilizzato per il monitoraggio in continuo della temperatura dell'asfalto appena posato. Insieme, queste tecnologie avanzate hanno supportato il team nella realizzazione di un risultato eccezionale e di alta qualità, contribuendo a far sì che il progetto fosse completato nei tempi stabiliti.

Abbiamo collaborato con Topcon per ottenere il massimo livello di precisione. Utilizzando la loro soluzione di machine control siamo stati in grado di implementare i nostri progetti alla perfezione e con una precisione assoluta, creando una pista che riflette il lusso e la qualità per cui il marchio Porsche è rinomato”, ha spiegato Jarno Zaffelli, amministratore delegato di studio Dromo.

Creazione di una superficie uniforme

Il circuito, inaugurato nel 2006, non vedeva interventi sulla pista dal 2007, quando furono aggiunti un nuovo anello, l'ampliamento delle strutture dei box e dei paddock, e nuovi servizi tra cui ristoranti, sale conferenze e bar. In vista dell'inaugurazione del Porsche Experience Center, l'intera pista lunga 2,52 km è stata modificata e riqualificata in sette giorni grazie al ruolo centrale giocato dalla tecnologia Topcon nel garantire una ripavimentazione rapida ed efficiente. Vista la scadenza ravvicinata, la precisione e l'efficienza erano di vitale importanza: per questo CarBa e Dromo si sono affidate alle soluzioni Topcon per raggiungere un risultato finale perfetto.

Abbiamo collaborato con Topcon per ottenere il massimo livello di precisione. Utilizzando la loro soluzione di machine control siamo stati in grado di implementare i nostri progetti alla perfezione e con una precisione assoluta. Jarno Zaffelli, amministratore delegato di Dromo

Jarno Zaffelli, amministratore delegato di Dromo

La rapidità con cui sono stati portati a termine i lavori è stata il frutto della perfetta collaborazione tra l'appaltatore, i progettisti e il fornitore delle soluzioni, nonché dell'efficace condivisione dei dati tra i principali stakeholder del progetto.

Per le operazioni di fresatura è stata creata una nuova superficie basandosi sul confronto tra il nuovo progetto della pista e i dati della superficie esistente raccolti durante la fase di scansione. Ciò ha garantito un risultato finale incredibilmente preciso, un aspetto fondamentale ai fini della sicurezza quando si tratta di corse motoristiche ad alta velocità, e un aumento della durata del manto di usura. I dati sono stati condivisi facilmente tramite cloud con le frese stradali dotate della più recente soluzione di guida 3D GNSS (RD-MC). Questa combinazione di soluzioni ha garantito un processo di fresatura efficiente, con un controllo preciso del livellamento su tutto il circuito.

Quando si è trattato di posare la nuova pavimentazione, era fondamentale che l'appaltatore fosse in grado di monitorare la temperatura dell'asfalto su tutta la larghezza di stesa. Ciò è stato possibile grazie alla soluzione di monitoraggio Thermal Mapper, che ha fornito informazioni e dati chiave sulla temperatura in tempo reale a tutte le parti interessate tramite il cloud. Questo passaggio è stato fondamentale per identificare ed evitare l'eventuale segregazione termica causata dalle differenze di temperatura presenti nel conglomerato bituminoso durante la stesa.

"Grazie agli aggiornamenti costanti forniti da Thermal Mapper all'operatore, è stato possibile regolare il processo di stesa durante la sua esecuzione. L'utilizzo di informazioni aggiornate ha consentito all'operatore di modificare la distanza tra la vibrofinitrice e il rullo, la velocità di stesa e molto altro”, ha spiegato Filippo Piccoli, ingegnere di cantiere di studio Dromo.

"In questo modo è stato possibile rilevare la segregazione termica, che può portare a crepe nella pista e ad aree a bassa densità di asfalto. L'individuazione della potenziale segregazione termica, grazie alla conoscenza della temperatura del conglomerato bituminoso e delle condizioni di posa, consente di prevenire i danni al manto stradale durante la stesa, ottenendo una superficie durevole e sicura. Questo è fondamentale per la sicurezza, soprattutto alle alte velocità”,conclude Piccoli.

Abbiamo cercato dei partner in grado di proporre soluzioni e tecnologie innovative per aumentare la nostra produttività, garantendoci al tempo stesso la massima qualità e precisione.

Mauro Carminati, amministratore delegato di CarBa

Tagliare il traguardo

La manutenzione di un autodromo è tradizionalmente un processo lungo e costoso. Soluzioni tecnologiche come RD-MC e Thermal Mapper consentono di riqualificare il circuito nel modo più efficiente ed economico possibile, regalando la massima tranquillità a coloro che sono stati incaricati della gestione della pista, facendo risparmiare tempo e denaro.

“Grazie alla nuova pavimentazione, l'insieme di chicane, curve e angoli del tracciato, è perfetto per esercitarsi nelle tecniche di guida e siamo sicuri che Porsche e i suoi clienti vivranno esperienze fantastiche spingendo le loro auto al limite", ha affermato Ivan Zatti, 3D Paving Application Specialist di Topcon.

 

-----

I sistemi per le ripavimentazioni stradali di Topcon consentono la digitalizzazione delle applicazioni più diffuse come le pavimentazioni in asfalto e in calcestruzzo, oltre alla realizzazione di cordoli e canali di scolo. Prodotti come Thermal Mapper e Intelligent Compaction consentono di evitare problemi di qualità come la segregazione termica e la sovra o sottocompattazione. Software di gestione del cantiere come Pavelink e Sitelink3D forniscono visibilità e report in tempo reale; infine, la soluzione per flussi di lavoro leader del settore SmoothRide aiuta i costruttori a offrire una qualità costante in progetti di qualsiasi dimensione.

Per saperne di più su come le soluzioni Topcon per le pavimentazioni stradali possono aiutarvi a digitalizzare i vostri flussi di lavoro, visitate https://www.topconpositioning.com/it/pavimentazione-stradale.