Dal Giappone alle Marche, Topcon cresce e inaugura la nuova sede ad Ancona

Marco Pagni Frette, DG: "Investire non è colonizzare"

ANCONA, Italia - 22 Novembre 2019 - "Investire non è colonizzare". È questo il messaggio forte lanciato dalla multinazionale giapponese Topcon in occasione dell’inaugurazione della nuova sede ad Ancona. Dopo il taglio del nastro è seguito un convegno nel quale si è riflettuto sulle modalità che stanno consentendo ad un’operazione di acquisizione, di divenire un’opportunità di sviluppo e integrazione sul territorio ed un caso di successo da raccontare.

Il messaggio emerso dal confronto è che investire non significa necessariamente colonizzare. La Topcon, produttrice di sistemi di posizionamento e rilievo topografico per le costruzioni e l’agricoltura, ha rilevato la Geotop, società con sede ad Ancona e costituita da due soci anconetani, che dal 1980 era rivenditore unico per l’Italia dei prodotti della multinazionale giapponese. "Abbiamo voluto continuare questa storia di successo" – ha detto Marco Pagni Frette, DG di Topcon Positioning Italy. "La sede è rimasta ad Ancona così come le competenze". I dipendenti dell’azienda Geotop dopo l’operazione di acquisizione continuano a lavorare in Topcon. Una storia di successo che ha consentito di non disperdere le competenze. 

"La sede è rimasta ad Ancona, così come le competenze ed il cambio di sede rappresenta un passo ulteriore di questa azienda che ha mantenuto il legame con il territorio."

Marco Pagni Frette, Direttore Generale di Topcon Positioning Italy


Oggi Topcon ha quasi 5mila dipendenti in tutto il mondo, è una billion company, e continua a crescere e ad investire sul territorio inaugurando una nuova sede, più grande. "Il cambio di sede – ha aggiunto Pagni Frette – rappresenta un passo ulteriore di questa azienda che ha mantenuto il legame con il territorio perché la maggior parte dei nostri dipendenti sono entrati in questa azienda da giovani e qui hanno proseguito il loro percorso professionale operando in un mercato come quello dell’edilizia, che nelle Marche segna ancora il passo. Più confortante la situazione dell’agricoltura "un mercato molto in crescita – sottolinea il direttore generale – e quindi come filiale dobbiamo presidiare il territorio italiano vendendo al meglio le soluzioni a disposizione".

Topcon Positioning Italy aderisce a Confapi Ancona, associazione di imprese che accompagna l’azienda nel suo percorso di formazione e di accrescimento delle competenze. Per Michele Mencarelli, Presidente di Confapi Ancona, "Topcon è un esempio concreto di come anche in un territorio a forte vocazione  manifatturiera che soffre di nanismo e si è sviluppato intorno al terzismo ci siano competenze che attraggono anche le multinazionali se ben valorizzate". Per Gianluca Calvani esperto in riorganizzazione di impresa, "le piccole medie imprese sono spesso troppo concentrate sulla vendita del loro prodotto, una tendenza che se da un lato porta al miglioramento, dall’altro fa perdere di vista il cliente che, a causa della crisi, ha bisogno e cerca di reinventarsi".

More Stories