Come verificare rapidamente la presenza di danni alle turbine eoliche

La risposta soffia nel vento

Da qualche tempo, nello stato tedesco dello Schleswig-Holstein soffia un vento di cambiamento. Secondo il Worldwatch Institute Europe, nel 2014, lo stato più settentrionale della Germania è stato il primo in assoluto nel paese a soddisfare tutte le sue esigenze energetiche tramite fonti di energia rinnovabili.

La Twedt Wind Farm, vicina al confine con la Danimarca, è un'importante fonte di energia per lo Schleswig-Holstein fin dall'avviamento delle sue turbine eoliche nel 1995. Com'è avvenuta la loro manutenzione nel corso degli anni? Di recente, è stato effettuato il passaggio dall'ispezione manuale a quella aerea mediante l'uso di droni. Abbiamo incontrato il pilota di droni e specialista agricolo Philipp Dethleffsen-Jürgensen, proprietario di SkyTec, per scoprire come funziona.

Maggiore convenienza

"Oggi eseguiremo dei voli con i droni per verificare la presenza di danni o altre anomalie nelle pale delle turbine", spiega. "In precedenza le pale venivano controllate da addetti ai lavori in quota, ma sia la preparazione sia il lavoro in sé richiedevano più tempo. Un drone è notevolmente più veloce e i tempi di inattività sono inferiori, quindi è molto più conveniente."

L'idea, spiega Dethleffsen-Jürgensen, è nata dal suo lavoro in un'azienda agricola e dai suoi studi di agricoltura. "Volevo utilizzare un drone per l'agricoltura di precisione per migliorare l'uso di fertilizzanti e insetticidi e ridurre i costi. Poiché ho scelto un drone adatto a varie applicazioni, posso fornire anche altri servizi. Per questo ho fondato SkyTec."

Ora è il momento di decollare.

"Con un drone, si possono effettuare le ispezioni con maggiore frequenza e rilevare le incrinature prima che il danno diventi troppo costoso."

Philipp Dethleffsen-Jürgensen, SkyTec

Identificazione dei danni allo stadio iniziale

Come lavora Dethleffsen-Jürgensen? "Avvio il drone, che è alimentato a batteria, e lo faccio volare intorno alla turbina eolica", spiega. "Durante ogni volo, scatta da 200 a 300 foto da tutte le angolazioni, a una distanza di due metri. Il volo è un po' più difficile, ma la risoluzione è alta, e ciò permette di zoomare da vicino e rilevare le incrinature fin dallo stadio iniziale."

"Dopo aver raccolto tutte le foto, le archivio sul server per eseguire un backup dei dati. Poi controllo tutte le foto, una per una, alla ricerca di danni, incrinature o altre anomalie. Se ve ne sono, li divido in categorie diverse per distinguere tra danni minori e danni gravi. In questo modo è più semplice per il cliente analizzare le immagini."

"I vantaggi del drone sono l'ispezione rapida e i tempi di inattività ridotti, che permettono di eseguire le ispezioni con maggiore frequenza in modo da poter rilevare le incrinature prima che il danno diventi troppo grave e costoso. Per riparare i piccoli difetti non è necessario spendere molto."

"L'aspetto che per me è particolarmente importante è che il drone non è influenzato dai campi elettromagnetici vicino agli edifici o alle turbine eoliche."

Philipp Dethleffsen-Jürgensen, SkyTec

Dove conta ogni minimo dettaglio

Dethleffsen-Jürgensen ha esperienze pregresse con le attrezzature Topcon. "Nell'azienda agricola, tutte le nostre macchine utilizzano il sistema di guida parallela di Topcon. Quando ho deciso di iniziare a usare un drone, ne ho provati diversi. Alla fine ho optato per il Falcon 8. È equipaggiato meglio ed è adatto a molte applicazioni, tra cui ispezione e rilievo. Ciò mi ha permesso di offrire vari servizi."

"Il Falcon è facile da usare. Rimane stabile anche con velocità del vento elevate. Le fotocamere sono ottime e hanno un'alta risoluzione, per cui le immagini sono di qualità eccelsa e molto nitide. Ciò è utile soprattutto in aree come questa, dove conta ogni minimo dettaglio. L'aspetto che per me è particolarmente importante è che il drone non è influenzato dai campi elettromagnetici vicino agli edifici o alle turbine eoliche. Questo significa che io non perdo il controllo e il Falcon non subisce colpi. A casa abbiamo delle turbine eoliche, quindi ho potuto fare pratica con i voli. Ora posso applicare quell'esperienza altrove."

Così, Philipp Dethleffsen-Jürgensen contribuisce da parte sua affinché la Twedt Wind Farm continui a generare energia sostenibile. Lo Schleswig-Holstein sta davvero svolgendo un lavoro pionieristico in questo settore. E girando per gli incantevoli paesaggi verdi dello stato, si può intravedere il drone di Dethleffsen-Jürgensen che si libra in cielo per verificare che sia tutto a posto.

More Stories