Cinque isole collegate: "il più spettacolare progetto infrastrutturale mai realizzato in Norvegia"

Così Skanska si è aggiudicata il progetto

In un paese come la Norvegia, il villaggio più vicino può essere vicino e lontano al tempo stesso. Le strade possono ridurre le distanze. La nuova Nordøyvegen, la strada dell'isola del Nord, collegherà cinque isole alla terraferma. Ridurrà le distanze tra i circa 10.000 abitanti dei comuni di Haram e Sandøy.

Nell'autunno del 2018, la Pubblica Amministrazione Stradale Norvegese ha assegnato l'appalto a Skanska. Grazie a MAGNET Project, Skanska ha presentato in gara d’appalto, il miglior piano di realizzazione al prezzo più competitivo, offrendo un risparmio di 50 milioni di euro, aggiudicandosi così la commessa. Il progetto è partito all'inizio del 2019.

È utile ai cittadini e favorisce il commercio locale

"Lo definiamo il più spettacolare progetto infrastrutturale mai realizzato in Norvegia", racconta Gregorz Gucwa, Deputy Project Manager di Skanska. "Questo progetto comprende praticamente tutti gli elementi dell'ingegneria civile. Prevede lunghi tunnel sotto il livello del mare, lunghi ponti e grandi tratti di riempimento del mare. Per questo progetto sono state impiegate enormi quantità di attrezzature e risorse."

Il progetto include tre ponti, tre tunnel e molte strade. Il collegamento della Nordøyvegen alla terraferma sarà molto utile per la comunità, spiega Marianne Næro, Project Manager della Pubblica Amministrazione Stradale Norvegese. "Qui la gente per raggiungere la terraferma deve prendere il traghetto, ma i traghetti non ci sono sempre: dipendono dagli orari e dal meteo. La vita quotidiana della popolazione locale sarà più semplice quando potranno raggiungere la terraferma ogni volta che vorranno, senza traghetti."

"La Nordøyvegen inoltre, favorirà il commercio locale e permetterà alla popolazione del posto di collaborare nell'ambito dell'istruzione, della sanità e di altri servizi statali", spiega la Næro, certa che il nuovo collegamento servirà anche a portare più turisti nelle isole del Nord.

"La vita quotidiana della popolazione locale sarà più semplice quando potranno raggiungere la terraferma ogni volta che vorranno."

Marianne Næro, Pubblica Amministrazione Stradale Norvegese


Cinque isole collegate: "il più spettacolare progetto infrastrutturale mai realizzato in Norvegia"

Il trasporto del materiale roccioso è stata la fase più critica

Un progetto di queste dimensioni comporta varie difficoltà. Visto che il progetto prevedeva l'utilizzo del materiale roccioso estratto durante gli scavi del tunnel per livellare il fondale, la pianificazione e la programmazione del trasporto del materiale erano elementi chiave.

La logistica non è semplice, spiega Gregorz Gucwa. "Le isole sono molto lontane tra di loro e dalla terraferma. Per questo motivo, molte risorse sono state destinate alla pianificazione e alla sincronizzazione delle attività per evitare intoppi nel progetto.

"L'aspetto più complesso di questo progetto è lo scavo di una massa rocciosa sufficiente per formare una base stabile nel mare e costruirci sopra un ponte", racconta Mehdi Hosseini, Project Planner di Skanska. "Le rocce provengono da tre dei quattro tunnel che sono ora in fase di realizzazione."

Tutte le principali operazioni del progetto quindi sono interconnesse. "Se gli scavi del tunnel vengono sospesi o rimandati, anche la movimentazione delle rocce viene rimandata. Questo a sua volta si ripercuote sul piano di livellamento del fondale per realizzare le fondazioni del ponte, e il ritardo blocca il team addetto alla costruzione del viadotto. Lo scavo del materiale è quindi in un certo senso, la fase più critica."

"Ci siamo chiesti quale tipo di software potesse aiutarci a pianificare gli scavi nella roccia", sintetizza Hosseini. "MAGNET ci ha aiutati a mappare il materiale disponibile attraverso i tunnel e a capire quanta roccia serviva per riempire alcune parti specifiche del fondale marino. Ci è servito anche ad ottimizzare il trasporto dei massi."

"Un grande vantaggio è la possibilità di raccogliere tutte le informazioni in un unico posto."

Gregorz Gucwa, Skanska Norway


Panoramica immediata delle varie attività

"Abbiamo usato MAGNET durante la fase di preparazione dell'offerta per capire le dimensioni del progetto e per vedere come dovrebbero funzionare i vari elementi dei progetti, come procedere, come scegliere la strategia corretta e come controllare i vari elementi, che in genere sono difficili da gestire", spiega Gregorz Gucwa.

Aggiunge: "Un grande vantaggio è la possibilità di raccogliere tutte le informazioni in un unico posto. Ogni giorno possiamo controllare la situazione nelle varie sedi del progetto. Possiamo anche vedere come si sincronizzano le varie attività e come procedono."

"Tradizionalmente è utile raffigurare il progetto con un diagramma di Gantt", racconta Mehdi Hosseini. "Con un progetto delle dimensioni della Nordøyvegen tuttavia, era difficile includere tutte le operazioni e le relazioni tra i vari elementi. Con MAGNET invece è possibile rappresentare tutto il progetto in un'unica pagina, in modo che tutti possano vedere quali sono le fasi di costruzione e quando iniziano. Quando il progetto era suddiviso in più pagine, era più difficile individuare le attività in contrasto tra loro."

Il completamento della Nordøyvegen è previsto per maggio 2022. In tre anni circa, i nuovi ponti, tunnel e strade collegheranno le cinque isole al resto del paese, rendendole un'area maggiormente attraente. Un progetto davvero spettacolare.

 

Altre storie